NEWS

January 27/01/2016

VICENZAORO JANUARY AGGREGATORE GLOBALE DEL SETTORE JEWELLERY

In aumento il traffico complessivo cresciuto del 5%, con oltre 35mila presenze. Prossimo appuntamento con VICENZAORO, l’edizione di Dubai dal 14 al 17 aprile 2016.

VICENZAORO January 2016 è risultata un’edizione molto positiva, siain termini di feedback ricevuti da parte di espositori, buyer, visitatori, opinion leader e trendsetter provenienti da tutti i principali Pesi strategici del settore, sia in termini di attendance, come evidenziano i numeri in crescita.

 

In un contesto molto raffinato, contemporaneo e di facile navigabilità, hanno fatto il loro ingresso 19.381 buyer, generando oltre 35mila presenze, con un traffico complessivo cresciuto del 5%. Gli operatori hanno potuto conoscere le novità di 1500 brand di 31 Paesi e di tutti i distretti orafi italiani, collocati nei 9 padiglioni di Fiera di Vicenza e su 29mila mq di superficie netta. A sottolineare la vocazione sempre più internazionale di Fiera di Vicenza, la crescita del 5% del numero di buyer stranieri, arrivati a 8.774 e provenienti da 130 Paesi. In aumento anche gli operatori italiani, +4,3% per un totale di 10.607, un dato che indica segnali di possibile ripresa del mercato interno. Ottimi segnali sono giunti anche dal mondo delle tecnologie, dove peraltro il Made in Italy rappresenta l’eccellenza planetaria.

 

Analizzando i Paesi di provenienza dei buyer, hanno fatto registrare un’ottima performance alcuni Paesi del Medio Oriente, l’Egitto, l’Iran e gli Emirati Arabi Uniti, un’area tra i primi partner commerciali del Made in Italy in questo settore, così come è risultato positivo l’andamento di quasi tutti gli altri Paesi GCC. In forte crescita il numero di operatori provenienti dagli USA, che conferma la fase di ripresa dell’economia statunitense. In crescita anche i principali paesi dell’Europa (Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Germania, Gran Bretagna, Olanda e Polonia)  mentre la Russia evidenzia ancora una congiuntura economica in contrazione. Segno più anche per Israele, India, Thailandia, Australia e per buona parte dei paesi dell’America Latina. Si registra invece un calo del numero di buyer provenienti da Cina e Hong Kong, a conferma della fase di rallentamento dell’economia cinese.

Particolare attenzione è stata riservata al mondo della tecnologia. Durante la Manifestazione si è svolta anche la 39^ edizione di T-GOLD, il più importante Salone internazionale dedicato ai macchinari e alle tecnologie applicate all’oro e ai gioielli, compreso all’interno del distretto Evolution con la presenza 133 aziende, di cui ben 111 italiane.

January 26/01/2016

Segnali di ripresa nel consumo di gioielli

Lo scorso Natale, i consumatori di gioielleria sono aumentati oltre le aspettative. Tipologie più vendute: i preziosi, specialmente in argento e di marca, seguiti dai bijoux e dagli orologi.

Presentata ieri da Federpreziosi, l’annuale ricerca Confcommercio Format Research svela che gli acquisti realmente effettuati dai consumatori durante il periodo natalizio risultano, rispetto alle intenzioni dichiarate prima di Natale, aumentati dal 7,8% al 14,7%. Un aumento da attribuirsi prevalentemente alla popolazione maschile fra i 18 e i 24 anni nel Sud e Isole. Si conferma la preferenza per gli acquisti presso gioiellerie tradizionali, in città o in centri commerciali.
Gli acquisti online sono motivati dal prezzo vantaggioso, dalla facilità di reperimento di prodotti e dalla possibilità di acquistare 24 ore su 24 e 7 giorni su sette. Per quanto riguarda la tipologia dei prodotti, il 44,8% dei gioiellieri dichiara di aver venduto prevalentemente oggetti preziosi: 22,9% ornamenti in argento con o senza pietre, 20,9% gioielleria di brand conosciuti, 17,6% oreficeria, 14,4% gioielleria non di brand. Il 15,9% dei negozi dichiara di avere venduto maggiormente orologi: 22,4% di fascia economica (fino a 500 €), 3,7% di fascia media (da 500 a 3.000 €), 0,7% di alta gamma (da 3mila a 8mila €). I bijoux sono stati i più venduti per il 39,9% degli intervistati, quasi equamente suddivisi fra bijoux di brand noti (34,5%) e bijoux non di brand (31,9%).

January 25/01/2016

‘Skin: La Superficie del Gioiello’ inaugurato al Museo del Gioiello di Vicenza

Grazie alla Fiera di Vicenza per supportare iniziative che non generano business ma cultura”. Ha esordito Alba di Cappellieri, Professore di Design del Gioiello al Politecnico di Milano e principale studiosa del gioiello in Italia, al vernissage di ‘Skin: La Superfice del Gioiello’, nuova mostra temporanea ospitata nella Basilica Palladiana di Vicenza, all'interno del Museo del Gioiello. All'evento esperti del settore e ospiti d'onore hanno ammirato le opere di oltre 70 artisti e artigiani chiamati a dare la loro personale e originale interpretazione del delicato quanto mutevole rapporto tra la pelle e il gioiello.

“Il gioiello è straordinario e possiede una complessità semantica e materica”, ha commentato la Cappellieri, che è anche Direttore del Museo, prima di dare la parola a Livia Tenuta, che con lei ha curato l'esposizione, coadiuvando l'accurata ricerca che sta dietro le opere. Una ricerca inedita che guarda al gioiello attraverso una chiave di lettura particolare, focalizzata sulla superficie. Partendo dal presupposto che il primo incontro con gli oggetti, di qualsiasi natura essi siano, è perfettamente superficiale, maestri d'arte orafa, giovani designer e artisti hanno esplorato le diverse accezioni e sfumature della superficie del gioiello, utilizzando savoir faire artigianale e tecniche innovative.

Sperimentazione, tradizione e creatività hanno dato vita a una serie di opere speciali e sorprendenti, e se la spilla è stata la protagonista quasi assoluta dell'esposizione, c'è un buon motivo. La spilla, infatti, nata con un obiettivo funzionale, più degli altri è in grado di consentire agli artisti di esprimersi liberamente: con uno sviluppo prettamente in piano, è il gioiello ideale su cui osare dimensioni e cromie particolari e sperimentare nuove superfici. La mostra prosegue l’impegno di Fiera di Vicenza nel promuovere l’universo culturale dell’oreficeria e della gioielleria, settori in cui è riconosciuta Business Hub di livello mondiale con la Manifestazione VICENZAORO.

 

 

January 25/01/2016

Minimalisti, tecnologici, esploratori: i nuovi consumatori del lusso

Il seminario di Trendvision Jewellery + Forecasting ha presentato gli ultimi aggiornamenti sulle tendenze di consumo nel mercato dei gioielli per il 2016-2017

“Non chiamatemi trendsetter, sono solo un’analista”. Il ‘solo’ è, in questo caso, da mettere rigorosamente tra virgolette, perché Paola De Luca, creative director del think tank sul lusso di Fiera di Vicenza, il primo Osservatorio indipendente della gioielleria al mondo, riesce a decodi care le nuove tendenze che influenzeranno la domanda dei consumatori del lusso nei prossimi 18 mesi grazie a un attento lavoro condotto assieme a un team di cool hunter internazionali. Un know-how che ieri De Luca ha messo a disposizione degli operatori del settore nel seminario “Consumer profiles update 2016-17”.  Ecco i quattro megatrend – e i corrispondenti consumer profile – individuati da TRENDVISION Jewellery + Forecasting. Sophisticore rappresenta il consumatore The New Thinker: è il nuovo minimalista, che ama la semplicità, una semplicità che però, dopo uno sguardo più attento, risulta essere molto sofisticata. I-History identifica il profilo del consumatore The Digger (o The Retronaut) volto a guardare al passato per ricostruire la propria identità. Il megatrend Geo-Luxury, invece, rappresenta il consumatore denominato The Geonaut: si fonda sulla voglia di scoprire il mondo e uscire dagli stretti con ni spaziali per esplorare luoghi lontani. Infine, The Illusionist, espressione del megatrend Digital Hypnosis, è il consumatore che si basa su una forte attenzione al mondo della tecnologia: si tratta di un consumatore “intelligente”, alla ricerca di gioielli tecnologici che esprimano la propria personalità, dallo stile ultra-moderno e futuristico.

January 24/01/2016

Il cuore etico del gioiello

Uniti in nome di un futuro etico e sostenibile. Fiera di Vicenza rafforza il suo impegno per lo sviluppo e l’implementazione di una dimensione etica del gioiello.

La Società Fieristica, che per il tramite di CIBJO (Confederazione Mondiale della Gioielleria) ha ricevuto l’accreditamento presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazione Unite (ECOSOC) - prima e unica organizzazione di questo tipo ad essere riconosciuta dall’ONU per il proprio contributo nella promozione di temi quali il commercio etico, la tutela dell’ambiente, la salvaguardia del diritto-dovere al lavoro, la tracciabilità, la difesa della salute – ha coinvolto le più autorevoli istituzioni in questo campo nell’organizzazione
di un importante seminario. Grazie al contributo di CIBJO, Comitato Etico Assogemme, RJC – Responsible Jewellery Council, World Gold Council, Gemfields e Kering.
Il convegno svilupperà un approccio inedito e completo al tema della CSR nel settore della gioielleria e dei preziosi sotto diversi aspetti: l’individuazione e la definizione dei nuovi standard etici, la tutela dell’ambiente e l’attenzione per l’impatto sociale dell’industria di riferimento, la conoscenza delle leggi che regolano la CSR, i vantaggi per il business e le potenzialità del mercato etico, la presentazione di case history di successo di istituzioni e aziende.
Prosegue così l’opera di Fiera di Vicenza nell’attuazione di progetti originali e partnership autorevoli a supporto della responsabilità etica all’interno della filiera del gioiello.
Questo ruolo di interlocutore autorevole a livello mondiale nella Corporate Social Responsibility è stato, peraltro, evidenziato lo scorso maggio, in occasione del Congresso 2015 del CIBJO, da Nassir Abdulaziz Al-Nasser, Alto Rappresentante per l’ONU e Presidente della 66° Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

FOCUS ON

VIDEO NEWS

Dubai 29/04/2015

VICENZAORO Dubai 2015

The highlights of the first edition of VICENZAORO Dubai

VIEW ALL Dubai VIDEO NEWS
Fall 02/09/2014

VICENZAORO September 2015

VIEW ALL September VIDEO NEWS
Winter 22/01/2014

ECOSYSTEM ITALY

Ecosystem Italy - Opening VICENZAORO Winter 2014

VIEW ALL January VIDEO NEWS
Las Vegas 13/06/2013

Interview Paola De Luca

Creative Director of Trendvision @JCK Las Vegas 2013

VIEW ALL Las Vegas VIDEO NEWS

VO+ Magazine

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli ultimi aggiornamenti

 

SOCIAL MEDIA

Rimani connesso
con VICENZAORO,
seguici su:

NEWS & EVENTS