Organized by
Lunedì, 09 Ottobre 2023

L'Oro di Napoli

L'Oro di Napoli

Ventisei anni fa, la parola sostenibilità era misconosciuta, tranne che in via Grande Orefici a Napoli, sede storica della Fratelli Dinacci. L’azienda, giunta oggi alla terza generazione, nasce circa un secolo fa con Giovanni Dinacci, papà di Salvatore e nonno di Flavio, Alessandro e Tiziana, oggi rispettivamente amministratore, settore analisi e commerciale di quella che è diventata una realtà di respiro internazionale.

In origine, la Dinacci si dedica alla produzione e vendita di montature esclusivamente 18 carati, a fusione e saggio metalli e, appunto, da un quarto di secolo al recupero di scarti di lavorazione di fabbriche e laboratori orafi. A causa, o meglio, grazie a questa attività “ingombrante”, la sede si trasferisce al Tarì, dove da allora è e rimane l’unica delle 400 imprese del distretto orafo di Marcianise dedita appunto a questo particolare segmento vocato al green.

Flavio Dinacci ne fa un suo punto di orgoglio: «Il nostro recupero oro è sostenibile al 100% perché non usiamo agenti inquinanti e chiediamo ai clienti di non impiegare plastiche. Siamo stati fra i soci fondatori del Tarì stesso e ad oggi, la quasi totalità delle imprese iscritte è nostra cliente.

Il core business rimane però quello della produzione orafa di montature, 100% Made in Italy e per il 60% destinata al mercato nazionale, pari a un portfolio di circa 1.500 clienti.

Rispetto ai tempi di nonno Giovanni le cose sono molto cambiate: ora c’è la tecnologia ad aiutarci, a perfezionare dettagli e a velocizzare le tempistiche. Una caratteristica distintiva è la coerenza in tutto ciò che abbiamo sempre fatto: non ci siamo fatti attrarre dall’idea di produrre gioielli finiti, ma anzi, in noi si è radicata l’idea di rimanere specializzati nelle montature. A 19 anni, quando mio padre ha avuto la lungimiranza di farmi amministratore, mi era già chiaro ciò che bisognava fare: essere fedeli alla mission iniziale e aprirsi verso i mercati stranieri. Iniziai ad andare alle fiere internazionali di New York, Hong Kong, Basilea, e poi a inviare cataloghi ai clienti: ne abbiamo conquistati a centinaia in breve tempo. Il nostro motto è che “da noi nessun cliente spende, ma investe nelle nostre montature”. Negli anni abbiamo anche “azzardato” una serie di attività di marketing a dir poco sui generis: per esempio, il One Million Dollar Summer Suit realizzato con Yamamay nel 2013 per Miss Universo, con 250 carati di pietre preziose e 500 grammi d’oro, la collezione di mobili gioiello di Chateau d’Ax, e il costume in diamanti prodotto per Jaked per la testimonial Federica Pellegrini, cui l’ho personalmente consegnato ai Mondiali di Roma. Una campionessa vanto dell’Italia nel mondo e perciò perfetta per rappresentare il nostro spirito».

Lorenza Scalisi, Editor VO+

Live #vicenzaoro


    SCARICA L’APP GRATUITA UFFICIALE DI VICENZAORO

    Una guida completa per rendere semplice la tua visita sempre a portata di mano. Il tuo badge, l’elenco espositori, le mappe dei padiglioni, il programma eventi e tutte le info utili per muoverti al meglio a Vicenzaoro.

    Registrati qui

    CONSENSO AI FINI DELLA PRIVACY
    Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel mondo della gioielleria e delle manifestazioni.
    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.