Organized by

News

Mercoledì, 22 Luglio 2020

Belli e famosi: la storia dei gioielli Chanel

Belli e famosi: la storia dei gioielli Chanel

Se Coco Chanel è stata una delle donne più famose e influenti della sua epoca, capace di rivoluzionare il look femminile tra tailleur e borse da sogno, è stata anche indelebile nell’immaginario collettivo per la scelta misurata e originale allo stesso tempo dei suoi gioielli.

“Voglio far parte di quello che sta accadendo”, diceva, e difatti fu la prima a creare il costume jewels: uno stile elegante abbinato a pezzi di alta gioielleria importanti, con grandi diamanti tagliati ad arte. Ma anche abbinati tra loro abbattendo il confine tra vero e sintetico, gioiello e bijoux. Chanel fu la prima a mixare perle vere e finte, accostando anche gemme preziose a quelle realizzate artificialmente con paste colorate per collane, spille e bracciali. Alcuni pezzi della sua collezione nacquero dalla collaborazione della stilista con alcuni importanti bigiotteri e orafi, con l’obiettivo di completare un look moda, in modo da diventare complemento della silhouette. Il suo segreto? Saper bilanciare la sobrietà dell'outfit spesso a due tonalità, con l'abbondanza e la ricchezza dei gioielli e bijoux indossati, tra pietre, finte perle e metalli preziosi come il vermeil, il metallo placcato e il bronzo. E poi la perla, firma della sua maison, e il leone, segno zodiacale della stilista, le croci e il grano. In particolare, questi ultimi tre simbolo fanno parte dei temi bizantino e barocco, segno della liason con l’orafo Robert Goossens, nata nel 1954. In seguito, nel 1965, Coco affidò parte della produzione a Desrues, tra tradizione bigiotteria e tecnologia, con nuovi materiali, incisioni laser, stampa 3D. Ogni bijou realizzato immerso nell’oro, nel rame o nell’argento, inciso, cesellato, smaltato, dipinto, tinto, incastonato prima di essere ritoccato, lucidato e controllato a mano, uno per uno. E dopo Coco Chanel?

Arrivò Karl Lagerfeld, che dal 1983 diede la propria visione contemporanea al brand, reinventando i capi, sovrapponendo collane e bracciali. E poi Virginie Viard, con la quale codici e simboli cari a Gabrielle Chanel vengono enfatizzati in doppie C, camelie, nastri, perle e catene intrecciate con la pelle.

Live #vicenzaoro


    SCARICA L’APP GRATUITA UFFICIALE DI VICENZAORO

    Una guida completa per rendere semplice la tua visita sempre a portata di mano. Il tuo badge, l’elenco espositori, le mappe dei padiglioni, il programma eventi e tutte le info utili per muoverti al meglio a Vicenzaoro.

    Registrati qui

    CONSENSO AI FINI DELLA PRIVACY
    Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel mondo della gioielleria e delle manifestazioni.
    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.