News

Giovedì, 25 Marzo 2021

MEET THE BUYERS: La sfida più grande? Il gioiello sartoriale

MEET THE BUYERS: La sfida più grande? Il gioiello sartoriale

Negli ultimi 10 anni, come è cambiato il mercato in termini di tipo di richieste da parte del pubblico ma anche delle aziende?
La richiesta di gioielli è mutata radicalmente: anni fa si sceglieva la pietra e assieme al cliente si creava il gioiello “personale”, ora quasi tutto va nella direzione del brand, l’acquisto è più veloce e meno personale. E come se non bastasse, l’e-commerce sta ulteriormente condizionando gli acquisti: impersonali e veloci, spesso dettati più da input di mode passeggere che da vere esigenze. E questo sta facendo “morire” il negozio di famiglia.

Qual è la sfida più grande che il mercato deve affrontare oggi, anche rispetto all’attuale situazione internazionale?
La sfida più grande è il ritorno al gioiello “sartoriale”, unico e personale. Come dicevamo, l’abitudine di affidarsi più agli influencer (prezzolati dai big brand) che al vero esperto che sa consigliarti, rende sempre più difficile il nostro lavoro. La seconda sfida del mercato è quella di tenere ben distinto il mercato nascente dei diamanti “industriali” da quello naturale. Spesso il cliente finale non conosce le vere differenze, sia in termini di valore che di sostanza.

Best seller di ieri e di oggi: cosa ci dicono i cambiamenti?
Se ieri andavano soprattutto i gioielli con pietre preziose di colore, oggi il 90% delle vendite di gioielli no brand ha solo diamanti, senza pietre semipreziose e/o preziose di colore.

Gli orologi di lusso sono ancora status symbol? Esistono anche tra i gioielli?
Gli orologi di lusso sono sempre di più status symbol, anche tra i giovani, soprattutto dai 5 mila euro in su. Nel mondo della gioielleria bisogna fare un distinguo: questo non accade per i gioielli unbranded, mentre ovviamente, il discorso cambia per quelli “firmati”, in quanto danno l’idea di avere un valore aggiunto, extra quello delle pure materie prime.

Offline e online: Come sono cambiate entrambe queste realtà nell'ultimo anno?
I cambiamenti sono in essere. Il mercato online è in continua espansione, ma interessa soprattutto una specifica fascia di prezzo, quella che nella gioielleria è l’entry price: la vera impennata negli acquisti online si è registrata infatti per importi fino a 3.000 €.

Come sta cambiando la propensione all'acquisto dei clienti “storici”?
Il cliente può essere definito “storico” dopo 5 anni. È una categoria che resiste, e che coglie l’importanza di un plus che qualsiasi retailer online non darà mai: il servizio. Il punto vendita garantisce assistenza dal primo momento, quello della selezione dei potenziali target di acquisto, fino al post vendita. Spesso, chi entra in negozio non ha le idee chiare su cosa vuole comprare, ma noi siamo lì per guidarli all’acquisto, verso quello che meglio interpreta i sui desiderata. È così che creiamo un rapporto a lungo termine.

Capitolo "gioielli di famiglia": oggi c’è chi li riadatta, modifica…A cosa è dovuta questa tendenza?
Abbiamo notato poco questa nuova abitudine, anche perché i gioielli di famiglia importanti spesso sono troppo importanti per poter essere indossare, anche se rivisitati nello stile. Molto più spesso, purtroppo, accade che i clienti propongono il ritiro dei gioielli, o una permuta previo acquisto di un articolo nuovo, soluzione più rapida, istintiva e immediata. Un effetto dovuto sicuramente alla crisi economica, ma anche al fattore “tempo/immediatezza”: ora, si vuole tutto subito, si cerca un cambiamento rapido, e non si pensa a un acquisto come a qualcosa di duraturo negli anni. Una vera “novità” rispetto ad appena 15/20 anni fa.

Live #vicenzaoro


    Vicenzaoro app

    Una guida online completa con le directory degli espositori, le foto delle collezioni, i servizi, le mappe dei padiglioni con la localizzazione degli stand: tutta la Fiera a portata di mano nel dispositivo mobile.
    Seguici su

    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
    Il tuo browser non è aggiornato!

    Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

    ×